Viaggiatori Genuini

Slow Travel

Luoghi da assaporare con calma

Cosa controllare prima di partire in camper

Sappiamo tutti quanto sia bello che il nostro viaggio o la nostra vacanza inizino bene, proseguano bene e si concludano bene.

Affinché ciò avvenga è senza dubbio necessario fare una travel list preventiva, senza nulla togliere alla possibilità di modificare il nostro itinerario come meglio si crede in qualunque momento, ma che dal lato degli accessori e delle dotazioni è fondamentale. Fare un elenco di cosa controllare prima di partire in camper ci assicurerà un viaggio felice, distensivo e al minimo dei problemi. Del resto il bello del viaggiare in camper è proprio questo.

Quando avrai finito di leggere questi miei consigli, ti invito a leggere anche come utilizzare La travel list nei tuoi slow travel, così da avere una panoramica più ampia del nostro modo di viaggiare.

Cosa controllare prima di partire in camper

Quindi prima di partire con il nostro bel camper per qualunque destinazione bisognerà non solo programmare date di partenza e di arrivo, posti da visitare, posti dove pernottare, dove fermarsi a mangiare ed eventuali deviazioni, ma bisognerà anche pensare all’integrità del nostro veicolo e non da ultimo alle esigenze personali di tutto l’equipaggio.

Dice il saggio: è meglio prevenire che curare!

Questo dovrebbe essere il nostro motto, perché quando si è in viaggio specialmente lontani da casa e in posti “sperduti” non è tanto semplice trovare un meccanico, un negozio o comunque qualcuno che ci possa dare una mano.

Cosa controllare prima di partire in camper

Cominciamo perciò a pensare innanzitutto al nostro mezzo, e a fare un bel controllo poco prima della partenza. Questa regola è ancora più vera soprattutto se il nostro camper è un veicolo un po’ datato, ma alla fine non guasta mai.

Passo quindi ad elencare cosa controllare prima di partire in camper, ovvero tutti quegli elementi che secondo me non devono essere assolutamente dimenticati prima di un viaggio sereno

Base meccanica

  • olio motore
  • liquido freni
  • pneumatici
  • batteria motore
  • spazzole tergicristalli
  • antigelo radiatore
  • liquido tergicristalli

Cellula abitativa

  • batteria servizi
  • bombola gas
  • funzionamento fuochi
  • funzionamento frigorifero
  • funzionamento boiler
  • funzionamento riscaldamento

Inverno VS estate

Due stagioni profondamente diverse ma che hanno ognuna i loro bisogni specifici.

In inverno assicurarsi di avere:

  • catene da neve
  • pala da neve
  • spray deghiacciante per serrature
  • copricruscotto che impedisce che l’aria fredda dal motore si diffonda in cabina
  • oscurante termico interno, da preferire nel caso in cui ci si sposti tutti i giorni o quasi , oppure esterno in caso di turismo stanziale. In quest’ultima circostanza infatti l’oscurante potrebbe essere bagnato o innevato e pertanto prima di riporlo nel gavone dovrebbe essere ripulito, operazione sicuramente poco comoda da fare tutti i giorni
  • raschietto per vetri

In estate invece è sempre più fondamentale pensare ad avere un buon condizionatore. Il caldo indiscriminato farà sempre più parte delle nostre vite purtroppo, quindi per evitare spiacevoli inconvenienti che potrebbero minare tutto il nostro viaggio, non lasciare il raffreddamento al caso.

Per i viaggi nei paesi freddi tutto l’anno

Anche ai fini di una vacanza in luoghi sempre freddi è bene stilare un elenco di cosa controllare prima di partire in camper. Partiamo dai serbatoi, che se non sono coibentati possono gelare con tutto il loro contenuto.

Se si è bravi nel fai da te, è possibile trovare in commercio delle pellicole termiche adesive in alcuni casi dotate di resistenza elettrica a 12 volt, oppure i classici materiali espansi. Anche a pavimento è possibile installare dei tappetini con resistenza a 12 volt oppure delle classiche moquette che facciano da isolamento al pavimento.

Un altro aspetto da tenere in considerazione durante una vacanza al freddo con il camper è l’utilizzo di gasolio artico, necessario non solo durante i trasferimenti, ma anche quando si è fermi e sopraggiunge la necessità di mantenere il riscaldamento sempre acceso. A questo proposito, infatti, i veicoli dotati di riscaldamento a gasolio non possono rischiare che questo geli dentro al serbatoio stesso.

I veicoli invece dotati di riscaldamento a gas devono utilizzare gas propano e non butano in quanto il primo non gela a basse temperature.

Attrezzature e divertimento

Tutti noi abbiamo l’abitudine di portarci dietro chissà quante tonnellate di ogni genere di attrezzatura sportiva e ludica. Penso a bici, sci, snowboard, scooter, piccoli gommoni e similari.

Pensate alla delusione che si prova quando ci si accorge che lo scooter non parte perché ha la batteria scarica, o che la bici ha il cavo dei freni rotto, o che il gommone è bucato. Sembrano banalità ma invece sono proprio un classico che finisce sempre con la frase: “Potevo controllarlo prima di partire ma me ne sono completamente dimenticato!”. Senza contare che oltre al nervoso, ne risente anche il portafoglio. Specialmente all’estero.

Non è così facile trovare un elettrauto, un gommista, dei ricambi a tempo zero e qualcuno che ci venga in aiuto. Anche se il mondo dei camperisti può venirci in aiuto, la prevenzione è sempre meglio.

Se invece il danno accade mentre si è già via, c’è sempre il famoso detto: “La fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo”. Per portare un esempio personale, noi l’anno scorso ci siamo trovati con la batteria dei servizi del camper non funzionante mentre eravamo a Capo Nord. Siamo stati costretti e stare sempre in campeggi provvisti di corrente elettrica per non morire di freddo.

Nonostante l’inconveniente, però, il Viaggio a Capo Nord è stato fantastico. Ma se fossimo stati completamente autonomi l’avventura sarebbe stata molto più slow ed immersiva. Quindi Ori ha pensato di stilare 15 consigli speciali per un viaggio a Capo Nord senza brutte sorprese. In fondo è in punta al mondo e se ci vorrete andare, qualche cosetta prima di partire può solo aiutare.

Esigenze personali

In questo caso non parlo di prevenzione, quanto di attenzione alle proprie necessità.

Ai fini di un viaggio tranquillo quando si parte per qualunque destinazione non bisogna dimenticare i propri farmaci abituali, soprattutto i farmaci salvavita come ad esempio quelli per i soggetti diabetici o cardiopatici. Perché anche le farmacie come i meccanici, quando si è lontani da casa, non sono sempre dietro l’angolo.

Inoltre converrebbe avere un minimo di scorta da utilizzare in caso di mancato rientro per cause di forza maggiore come potrebbe essere in caso di maltempo o di guasto al veicolo o per qualunque altro motivo.

E ancora sarebbe utile avere con sé anche un minimo di farmaci da banco, quelli che in Italia sono dispensabili senza l’obbligo di ricetta medica, da utilizzare in caso di febbre, mal di testa, mal di denti, punture di insetti, eritemi solari ed ogni altro piccolo problema di salute non grave.

Ricordarsi che in alcuni paesi extra EU può essere chiesta la certificazione di avvenuta vaccinazione contro alcune malattie. Meglio informarsi prima presso gli uffici competenti nelle Asl.

Documenti

Controllare sempre e prima di partire la validità di tutti i documenti che ci portiamo dietro, quindi:

  • patente di guida
  • carta di identità
  • passaporto
  • tessera sanitaria TEAM valida per l’assistenza sanitaria all’estero nei Paesi UE
  • bancomat
  • carta di credito

Un’abitudine molto utile è fare una copia cartacea oppure digitale di tutti i documenti sopra menzionati, da utilizzare in caso di denuncia di furto o smarrimento presso le autorità competenti. E non dimenticare che anche i bambini e i ragazzi devono sempre avere i documenti appresso!

A mio modo di vedere sarebbe utile, in caso di copie digitali dei documenti, condividere i file con gli altri compagni di viaggio. Così in caso di furto o smarrimento della mia borsa con telefono e portafogli, avrei una copia di tutto senza impazzire per trovare una soluzione.

Se poi il nostro itinerario ci porta in paesi lontani e poco frequentati extraUE dove l’assistenza sanitaria potrebbe essere carente, converrebbe stipulare una polizza di assistenza medica che garantisca una maggiore tutela.

Chiavi e link

Portate sempre con voi le chiavi di riserva del vostro veicolo!!! Fa paura solo a pensarlo il restare senza chiavi del camper perché le abbiamo smarrite proprio quando siamo lontani da casa, magari mentre siamo a Capo Nord o in qualche landa sperduta chissà dove.

Tutto ciò che ho scritto è piuttosto ovvio, ma capita spesso di non pensarci perché forse troppo scontato. Per le cose meno ovvie consiglio comunque di visitare il sito ufficiale della Farnesina Viaggiare Sicuri .it che dà informazioni utili su tutti i paesi esteri che si vogliono visitare e poi ancora Dove siamo nel mondo .it del ministero degli affari esteri sul quale si può segnalare il proprio itinerario lasciando i propri recapiti per essere contattati in caso di gravi emergenze. Disponibili anche sulle APP specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividiamo informazioni, esperienze e idee slow con chi desidera ritrovare il piacere di vivere e viaggiare in modo semplice, profondo e consapevole.

Slow Letter

Slow Letter è la newsletter per cuori affini che hanno deciso di ritrovare il piacere di vivere e viaggiare con consapevolezza e in profondità. Su Slow Letter troverai la bussola che ti aiuterà a semplificare la vita, rallentarla e intraprendere la strada che più sentirai tua.

Ultime pubblicazioni