Viaggiatori Genuini

Slow Travel

Luoghi da assaporare con calma

Il primo viaggio in camper: 11 benefici assicurati

Stai per programmare il tuo primo viaggio in camper. L’idea di partire all’avventura sulle quattro ruote ti entusiasma davvero tanto. Libertà e scoperta stuzzicano la tua fantasia. Ma… C’è qualche “ma” di troppo che ti gira in testa come uno fastidioso ronzare di api.

Il primo viaggio in camper: 11 benefici assicurati

La tua dolce metà incomincia ad avere dei ripensamenti perché i suoi amici l’anno scorso hanno fatto il loro primo viaggio in camper e l’esperienza si è trasformata in una tragedia. La tua famiglia ti ha comunicato che se andrai via con il camper non ti raggiungerà in nessun posto al mondo, nemmeno se da favola. I prezzi del noleggio quest’anno sono aumentati. E tu incominci a non avere più tutta quella spavalderia che ti ha convinto a partire all’avventura.

E allora, piano piano, si fa largo l’ipotesi di rinunciare a questo colpo di testa per ripiegare su qualche scelta più tradizionale. Probabilmente “non ce la farò”, “alla fine non ci divertiremo”, “lasciare la strada vecchia per quella nuova non è mica sempre la scelta giusta”, “magari questo famigerato primo viaggio in camper lo rimandiamo ad un momento nel quale saremo più sicuri e tranquilli”!

Ecco, se ti riconosci in questa dinamica, sei nel posto giusto. Sono qui per condividere con te 11 benefici assicurati grazie ai quali l’idea tutt’altro che campata in aria di provare l’avventura del camper, si rivelerà un’esperienza vincente, incredibilmente gratificante, profonda e indimenticabile.

Il mio primo viaggio in camper te lo voglio raccontare

Non pensare che io non sia passata attraverso l’occhio scrutatore delle mie paure, perché invece è proprio ciò che mi è capitato. In gioventù ho fatto vacanze in campeggio, viaggiato in tenda e persino posseduto una roulotte, quindi provare il camper mi sembrava la naturale conseguenza del piacere del vivere in plein air.

Ma quando si è trattato di programmare il primo viaggio in camper in modo serio, mi sono venuti in mente un sacco di drammi e dubbi. Stavo per desistere, ma per fortuna ho accolto la mia voglia di libertà e in tutta consapevolezza ho noleggiato il mezzo e affrontato quest’esperienza dalla quale sono uscita incredibilmente soddisfatta. Tanto che Gibi ed io alla fine ne abbiamo comprato uno tutto nostro. Un piccolo Chausson con il quale partire all’avventura.

Falsi miti e benefici assicurati

Non proverò a convincerti che il viaggio in camper sia l’esperienza migliore che potrai fare, che non c’è altro modo per viaggiare bene e che se non ti piace l’idea stai sbagliando. Questi sono falsi miti ed estremizzazioni che io proprio non condivido. Voglio solo riflettere con te sul fatto che:

  • non conviene avere rimpianti
  • le cose è meglio farle
  • mettersi in gioco non può che portare a qualcosa di buono
  • se ti stuzzica l’idea del camper forse dovresti proprio provarlo, anche se gli altri la pensano diversamente, male che vada scoprirai che non fa per te

Ma adesso, lasciamo stare le opere di convincimento e arriviamo al cuore dell’articolo. Scopri gli 11 benefici assicurati che sperimenterai facendo il tuo di primo viaggio in camper.

Un viaggio in camper ti farà scoprire molte cose di te

Muoversi liberi ha lo straordinario effetto di enfatizzare il piacere della scoperta. I sensi vengono amplificati al massimo, gli stimoli esterni sono come un piacevole schermo sul quale scorre il mondo con la sua energia e tutto ha più gusto, come in una magnifica danza di sensazioni.

Scoprirai lati della tua personalità ai quali non avevi mai fatto caso e imparerai quante cose hai dentro e che sono ancora da scoprire. Prima fra tutte, la curiosità consapevole, come la chiamo io, ovvero cercare di carpire l’anima e le qualità profonde di luoghi e persone, ovvero ciò che dà valore all’esperienza.

Imparerai tanto sulle tue potenzialità ma anche sui tuoi limiti, e questo lato del viaggio sarà probabilmente il più importante di tutti. E il tuo primo viaggio in camper non sarà ancora finito che già sarà il preludio di un altro e un altro ancora in un loop di benessere e consapevolezza.

Viaggiare in camper è un esercizio di autonomia e indipendenza

Si viaggia liberi da costrizioni o da tappe obbligatorie e obbligate. Si tratta del beneficio più straordinario del quale godere viaggiando con il camper. Arrivare in un posto, vedere il panorama dei sogni. Fermarsi a dormire nel sogno e risvegliarsi con la consapevolezza che altro che sogno! Si tratta di realtà, quella che ci fa stare bene con noi stessi e nel mondo.

Il camper ti condurrà ovunque tu vorrai e nei tempi che tu vorrai. Mica male, eh?

Il camper ti farà trovare nuovi amici

Si tratta di un qualcosa di viscerale e fisiologico: viaggiando con il camper si è più disposti ad aprirsi a nuove amicizie, conversare, condividere, sentirsi disponibili. Insomma, a relazionarci con gli altri. Che in questo caso specifico fanno la stessa cosa nostra, ovvero viaggiano con la casa appresso.

Forse al tuo primo viaggio in camper ti sentirai come in un lieve stato di ebbrezza che ti farà girare la testa e i pensieri, ma scoprirai il bello di fare due chiacchiere con una persona straniera che parla una lingua che non imparerai mai, ma che dentro di te ti aprirà porte sconosciute e che inconsciamente possiedi. E vi capirete pure! E magari condividerete una birra ammirando quel tramonto che sapevi esistere ma non sapevi come scovare.

Il camper ti metterà nella condizione di cavartela da te

Il tuo viaggio dipenderà solo da te. Bella responsabilità! Sì, esatto, è bello tirare fuori le proprie risorse al momento giusto e per un qualcosa che possa far stare bene. Sarà una palestra che si rivelerà utile in tutti i contesti della tua vita.

Può darsi che in un preciso attimo, prevarranno il senso di frustrazione e scoraggiamento, ma subito dopo l’istinto e la necessità di risolvere il problema saranno le motivazioni grazie alle quali metterai in campo i tuoi saperi e le tue abilità. Male che vada, per i problemi più grandi ci si potrà rivolgere a qualcuno, ma ti posso assicurare che ti verrà proprio la voglia di farcela con i tuoi mezzi.

Un altro bel passo avanti nella scoperta dei propri talenti e della proprie qualità che da solo è già il viaggio stesso e merita di essere fatto. E se avrai bisogno di supporto potrai sempre trovare tips utili su cosa controllare prima di partire con il camper, nei consigli di Gibi.

In camper potrai coltivare le tue passioni e sicuramente scoprirne di nuove

In libertà, senza vincoli e alla ricerca della gratificazione, potrai fare tutto ciò che più ti piace fare: fotografare, dormire, leggere, yoga, camminare, pedalare, mangiare. Insomma tutto quello che vuoi!

Un’opportunità così unica, credo proprio solo il camper te la possa regalare. Tra l’altro potrai concederti anche qualche bonus, come provare quello sport che hai visto su instagram, scegliere quell’avventura all’ultimo minuto, fare la foto ricordo del tuo primo viaggio in camper in quel luogo dove non la scatterà forse mai nessuno. Devo proprio andare avanti con i suggerimenti?

Il tuo primo viaggio in camper ti permetterà di prenderti una pausa dallo stress

A questo punto non avrai bisogno di fare piani troppo dettagliati prima della partenza. Solo il giusto e doveroso per non trovarti in situazioni limite. In questo modo il tuo viaggio sarà un toccasana per lo stress che ti ha schiacciato fino al momento della partenza.

In sostanza, proprio quello che un viaggio dovrebbe fare per default. Riuscirai a sperimentare il benessere di viaggiare con calma, senza andare in crisi se non arriverai proprio in quel puntino lassù, perché invece avrai fatto così tante deviazioni che ti avranno riempito occhi e cuore.

In camper imparerai a conoscere davvero i luoghi

Il viaggio in camper è un viaggio lento. Vuoi perché il mezzo non può andare più veloce di quanto concesso per legge, e vuoi perché ti godi innanzitutto il paesaggio. Nessun momento sarà scontato, entrerai a contatto con le zone e le persone locali e visiterai angoli meno noti, battuti e turistici. Sarà un viaggio di immersione a 360°.

L’esperienza in camper è un’esperienza genuina

Il tuo viaggio non sarà mai banale o preconfezionato perché lo deciderai tu, nei minimi dettagli. Viaggio genuino perché verrà dal tuo cuore, dalla tua mente, dai tuoi sogni. Ogni attimo che porterai a casa sarà ben più di una fotografia in alta definizione. Sarà quel valore aggiunto che avrai voglia di provare ancora dopo aver fatto un primo viaggio in camper. E anche se non lo farai in camper.

Muovendosi in camper l’impatto sull’ambiente sarà minore

Nonostante il camper sia un mezzo a motore, il suo impatto sull’ambiente è molto più basso di altri mezzi di locomozione più di massa. Questo perché una volta arrivati in una destinazione, i suoi dintorni li potrai visitare a piedi, in bici, con i mezzi pubblici ecologici, treni.

Il soggiorno sarà sostituito dal tuo camper perché dormirai sul mezzo e questo abbasserà ancora di più l’impatto. Senza contare che acquisterai i prodotti locali per preparare i pasti, sostenendo così le produzioni del territorio. Quindi il camper può definirsi “green”, in quanto è come se stessi viaggiando con una specie di pacchetto tutto compreso.

Il primo viaggio in camper ti insegnerà a riprenderti il controllo del tuo tempo e dei tuoi spazi

Partire quando si vuole e se si vuole, andare dove si desidera, scegliere minuziosamente ogni attimo del viaggio. Avrai la piena padronanza del tempo, che scorrerà come tu vorrai. Dovrai rendere conto solo a te e a chi viaggia con te.

Anche gli spazi sarai tu a tenerli sotto controllo. Probabilmente durante il primo viaggio in camper porterai un sacco di cose che si riveleranno inutili, e questo sarà il primo passo verso un approccio alla vita in generale più semplice e consapevole.

Il viaggio in camper è generosità e condivisione

Ebbene sì. A meno che tu non viaggi in solitaria, in camper bisogna lasciare spazio anche agli altri. L’ambiente è ovviamente ridotto e tutti hanno diritto al loro spazio, nel rispetto di quello degli altri. Condividere qualcosa di sé è segno di generosità. L’esercizio del camper avrà come effetto secondario quello di spingerti a riflettere su questo argomento. E farà di te una persona migliore.

Per un’ispirazione in più

Per ispirarti ancora un po’ ti consiglio le 3 migliori destinazioni europee da raggiungere in camper nel 2024. Spero di convincerti a provare l’esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividiamo informazioni, esperienze e idee slow con chi desidera ritrovare il piacere di vivere e viaggiare in modo semplice, profondo e consapevole.

Slow Letter

Slow Letter è la newsletter per cuori affini che hanno deciso di ritrovare il piacere di vivere e viaggiare con consapevolezza e in profondità. Su Slow Letter troverai la bussola che ti aiuterà a semplificare la vita, rallentarla e intraprendere la strada che più sentirai tua.

Ultime pubblicazioni