Viaggiatori Genuini

Slow Travel Slow Living

Lapponia finlandese in inverno: 15 cose imperdibili da fare

La Lapponia finlandese è una terra sterminata. Quando si giunge al suo cospetto ci si ritrova circondati principalmente da natura e neve. E in quel momento nulla conta più perché la sensazione di serenità che si avverte è indescrivibile. Sembra di entrare a Narnia.

Lapponia: 15 cose imperdibili da fare in inverno

Arrivati in questi luoghi, bisogna lasciarsi permeare dalla forza e dalla potenza spirituale che essi naturalmente emanano. Una volta andati via nulla sarà come prima, non si potrà dimenticare nessun istante passato qui e la necessità di ritornarci si farà sentire.

Tra le innumerevoli esperienze che si possono fare, ti voglio elencare le 15 cose imperdibili da fare in inverno, tutte testate personalmente. Considerato che ne mancano ancora un sacco all’elenco, bisognerà ritornarci.

Perché andare in Lapponia in inverno

La Lapponia è una regione situata nel nord della Finlandia, ai confini con il mondo anche se solo a 3 ore da noi. E’ la Terra magica delle aurore boreali, del ghiaccio, degli sciamani del nord e di Santa Claus. Tutti questi elementi, ma anche molti di più, ne hanno fatto, folkloristicamente parlando, una delle terre più misteriose del nord Europa.

Per non parlare dei finlandesi. Sono molto particolari, magici come i loro territori, gentili e speciali. Sanno come far sentire bene i visitatori. Quindi perché non andarci in inverno?

Andare nella foresta con le renne

Riesci ad immaginare un modo migliore per attraversare le terre innevate? E’ un’esperienza senza paragoni essere accompagnati da questi docili e mansueti animali tra i boschi e le foreste lapponi. Loro sono i famosi assistenti di volo di Babbo Natale.

L’esperienza permette di visitare anche un allevamento di questi splendidi animali. Si possono ammirare, toccare ed imparare molte cose a riguardo per passare poi all’escursione vera e propria su di una slitta caratteristica. Impossibile non godersi il momento.

Incontrare uno sciamano

I Sami sono la popolazione indigena che da sempre vive in queste zone estreme. Incontrarli è un’esperienza veramente spettacolare. Sono estremamente gentili ed ospitali e con un’identità culturale fortissima. In passato vivevano al freddo in capanne fisse e tende mobili. Gli sciamani, con il loro carisma, raccontano antiche leggende permettendo, a chi li ascolta, di immergersi nella tradizione e nella storia di questi luoghi come mai provato prima.

Sarà che accolgono i visitatori nelle loro grandi tende con fuoco al centro, ma sono veramente in grado di coinvolgere e catapultare anche i più scettici nella magia di questi luoghi incantati. Gli animali sono sempre i protagonisti delle loro storie. Una volta che ne avrete ascoltata una ne vorrai ascoltare subito un’altra.

Incontrare Babbo Natale

Chi non ha mai pensato almeno una volta di scambiare due chiacchiere con il famoso Babbo Natale? Quello vero intendo. Perché l’unico e autentico Babbo Natale vive proprio qui. Precisamente a Rovaniemi, capoluogo della Lapponia e a pochissimi passi dal circolo polare artico.

Inutile dire che per i bambini l’esperienza è superlativa ma anche per i grandi non è per niente uno scherzo. Si può visitare il suo villaggio subito fuori dal centro abitato, e incontrarlo di persona assieme ai suoi elfi. Tanto lui vive qui e aspetta chiunque voglia salutarlo.

Viaggiare su un rompighiaccio

Navi potenti, immense, indistruttibili. I rompighiaccio navigano sulle acque ghiacciate, allo scopo di creare percorsi liberi per altre navi che effettuano spostamenti commerciali. A Kemi, nel sud della Lapponia è possibile provare la potenza di questi attraversamenti a bordo del Sampo, sulle acque ghiacciate del golfo di Botnia. Esperienza molto emozionante.

Nuotare in una piscina di ghiaccio

Ebbene sì. Anche questo è possibile in Lapponia. Durante l’escursione in rompighiaccio, chi lo desidera può indossare un bel tutone protettivo rosso, scendere sulla banchisa e, subito dopo che il rompighiaccio avrà creato una piscina dedicata e mai utilizzata da nessuno, immergersi nelle gelide acque del golfo di Botnia. Gelida attività alla quale è impossibile rinunciare. La sensazione è davvero esaltante e rinvigorente.

Atterrare con l’aereo sulla neve

Questa non è proprio un’attività nel vero senso della parola, quanto quello che realmente si prova mentre si atterra sulle piste di un aeroporto situato a queste latitudini. La sensazione di essere a bordo di un grosso aereo che pattina sicuro sul fondo innevato e ben battuto dell’aeroporto di Ivalo, è stupenda e quasi incredibile.

Quando l’aereo sta per arrivare in Lapponia, sotto di noi sono visibili soltanto la neve, la vegetazione di pini e le pochissime abitazioni sparse. E in un attimo ecco che si tocca terra, o meglio neve, ed è bellissima. Lo sbarco è velocissimo sia per le persone che per i bagagli, in quanto le temperature sono così basse che si cerca di evitare che il gelo impedisca la successiva ripartenza del mezzo. Appena scesi la foto per instagram è d’obbligo.

Dormire in un cottage nella foresta innevata

E a chi si reca a queste latitudini consiglio di dormire anche più notti in uno stupendo cottage privato. Ad esempio ai piedi del parco nazionale Urho Kekkonen, il Kiilopaa Fell Center offre, tra le sue sistemazioni, anche i cottage tipici. Situati a poche centinaia di metri dall’edificio principale, questi ambienti sono bellissimi, ben attrezzati, con sauna interna, ideali per un soggiorno nella natura.

E’ molto divertente caricare i bagagli su una slitta apposita e spingerla fino al proprio alloggio, oppure entrare nella sauna a fumo comune, situata in mezzo al villaggio. Dal cortile del centro partono direttamente i sentieri per il parco nazionale, il secondo della Finlandia per importanza.

Sci di fondo su dolci pendii

Nei boschi lapponi lo sci di fondo è garantito dall’immensa rete di piste ben batture e segnalate che si possono trovare. Sono talmente tante che in certi punti si può sciare anche senza incontrare nessuno. Adatte ad ogni tipo di sciatore, permettono di godere della natura pura ed incontaminata per km e km.

E’ meraviglioso scollinare più e più volte tra i boschi, circondati da pini e neve. Moltissimi sono i posti dove è possibile affittare l’attrezzatura quindi anche i turisti che non si trovano sul posto esclusivamente per sciare, lo potranno fare senza alcun problema.

Ciaspolare nella foresta

Per i meno avvezzi agli sci, c’è sempre l’opzione ciaspole. I Parchi qui non mancano di certo e la neve nemmeno. Il silenzio e il profumo che ci circondano durante una bella passeggiata nei boschi è superbo. La neve è davvero tanta e altissima. Non si riesce a batterla tutta con un semplice giro e intorno sarà sempre fresca e morbida. Nonostante la temperatura molto rigida che raggiunge tranquillamente i – 20°C, il clima è secco quindi per nulla fastidioso e la neve non è mai bagnata, anzi sembra proprio farina.

Viaggiare a 100 all’ora sulla neve

L’opzione, per chi come noi si reca in Finlandia senza tour guidato, è usufruire dei mezzi pubblici. In Lapponia sono talmente abituati a viaggiare sulla neve e sul ghiaccio, che anche una corsa in bus può essere eccezionalmente interessate. Le persone qui sono molto puntuali e rigorose.

Gli orari vengono rispettati al secondo e difficilmente si arriva in ritardo. A fronte di ciò e al fatto che le distanze sono immense, è facile trovarsi a fare una corsa in bus anche di più ore alla velocità di ben 100 km orari, sfrecciando tra boschi, natura, case sparse e poche autovetture. Adrenalinizzante!

Guidare la motoslitta

Altra attività per gli amanti dell’adrenalina è senza dubbio la guida di una motoslitta. Chiunque abbia la patente valida può partecipare ad un safari con altri turisti. Dopo un piccolo corso introduttivo sui comandi, sulla guida e sulle regole “stradali”, ci si inoltra tra i boschi innevati e si sfreccia tra paesaggi da fiaba. Salite discese, strettoie, attraversamenti di strade statali e piccoli centri abitati: tutto qui è percorribile in motoslitta, complice la neve candida.

Durante l’escursione si viene dotati di abbigliamento termico e casco protettivo. La paura iniziale di non essere capaci svanisce non appena il motore del mezzo si accende e la voglia di partire supera ogni perplessità. Le escursioni sono sia diurne che notturne, in quest’ultimo caso alla ricerca delle aurore boreali.

Sorseggiare il te nella foresta

Durante una delle escursioni programmabili, le guide insegnano ad accendere un fuoco nel bel mezzo dell’altissima neve fresca dei boschi, mettere su un bollitore, aggiungere il te’ e…la merenda è servita con biscotti allo zenzero e cannella! Si ride, si scherza in gruppo, si scoprono i segreti di sopravvivenza, si passeggia e ci si scalda. Non senza aver filmato il momento e scattato un milione di fotografie.

Cucinare la salsiccia in kota di notte

E se nel bel mezzo della notte e dell’escursione ci trovassimo ad avere fame? Nessun problema perché la vostra guida sami, dopo avervi condotto alla kota, ovvero la tenda che vi ospiterà, accenderà al suo interno un grande fuoco sul quale vi permetterà di cucinarvi da soli ben 2 belle salsicce.

L’ideale sarebbe, una volta usciti nel buio, godersi la cena con l’aurora boreale che danza sopra alle nostre teste, ma questo non è uno spettacolo garantito. In tal caso il buon gusto del pasto sarà accompagnato da una miriade di stelle, comprese quelle cadenti che solcheranno il cielo.

Una corsa con i cani da slitta

Liberi, selvaggi, adorabili. Questi sono i cani che si incontrano in Lapponia. Lasciati trasportare tra le lande bianche e incontaminate dalla loro enfasi e dalla loro effervescenza. L’adrenalina scorre nelle loro vene ma anche in quelle di chi li conduce in questa pazza corsa. Trasformarsi in un musher per qualche ora è emozionante così come ringraziare questi splendidi animali della loro gentilezza.

Mangiare la zuppa di renna

In Lapponia la renna è largamente consumata, quindi assaggiare una bella zuppa con questa carne, qui è possibile. La renna è molto diffusa a queste latitudini, e cacciata responsabilmente. Solo gli animali vecchi e in eccesso rispetto all’equilibrio naturale vengono utilizzati per l’alimentazione e la pelle. La carne è molto magra, dal gusto allo stesso tempo saporito e delicato, senza il sentore di selvatico.

Sogno invernale

Non lasciarti scappare l’occasione di visitare questa immensa terra in inverno quando l’odore della neve è così inebriante da restarti dentro per sempre. I silenzi della lunga notte invernale sono il preludio ideale per meditare, ammirare e sognare: per trovare l’armonia interiore. L’aria fresca e pulita, la neve bianchissima, i cieli spettacolari e le stelle che sembrano danzare, sono forieri di felicità incomparabile.

Le lunghe passeggiate nella purezza della natura e tra animali pazzeschi, potrebbero durare per sempre senza che la stanchezza sopraggiunga. Perfetto portare i bambini, qui tutto è semplicemente regolato e ben organizzato. Non ci sarà nessun problema a gestire vita e attività esperienziali e loro si divertiranno come non mai. E avranno il ricordo di aver conosciuto il vero Babbo Natale. Ti sembra poco?

Insomma, nonostante non siamo riusciti a vedere le luci danzanti dell’aurora boreale, conoscere questi luoghi e i loro abitanti è stata una delle avventure più genuine che abbiamo mai fatto. Ritornarci sarà d’obbligo, e perché no, anche in un’altra stagione.

Ti ho convinto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividiamo informazioni, esperienze e idee slow con chi desidera ritrovare il piacere di vivere e viaggiare in modo semplice, profondo e consapevole.

Slow Letter

Slow Letter è la newsletter per cuori affini che hanno deciso di ritrovare il piacere di vivere e viaggiare con consapevolezza e in profondità. Su Slow Letter troverai la bussola che ti aiuterà a semplificare la vita, rallentarla e intraprendere la strada che più sentirai tua.

Ultime pubblicazioni